Scheda n. 419      -      Agosto 2013       -        Riferimento: -----

  

 

 

CANTHARELLUS SUBPRUINOSUS Eyssart. & Buyck 2000

 

 

Foto G. Sperati
clicca sulla foto per ingrandirla e vedere altri funghi dello stesso Genere

Sinonimi 

 

Volg. Galletto pruinoso

 

 

Sistematica

 

Regno: Fungi,  Divisione: Basidiomycotina,  Classe: Homobasidiomycetes,  Subclasse; Aphyllophoromicetideae, Ordine: Cantharellales,  Genere: Cantharellus,  Specie: subpruinosus.

 

 

Etimologia

 

Cantharellus = piccola coppa (diminutivo latino dal greco kàantharos = coppa).

subpruinosus = quasi pruinoso (deriva anch’esso dal latino sub = quasi e pruinosus = ricoperto di brina).

 

 

Commestibilità

 

È un fungo eccellente come Cantharellus cibarius.

 

 

Descrizione

 

Questo fungo assai raro, che non andrebbe raccolto a causa del suo pericolo di scomparsa, appare invece, nei luoghi di crescita, con numerosi individui molto fitti, a volte attaccati al gambo gli uni degli altri.

Il cappello carnoso misura 2-10 cm di diametro, dapprima convesso, poi appiattito un po’ depresso al centro con margine arrotolato, sinuoso e irregolare; cuticola asciutta, leggermente vellutata, liscia, di colore biancastro da giovane, poi giallo o aranciato con aree bianche, ricoperto da una finissima pruina bianca.

Pliche lamellari formate da pieghe radiali, spesse, più o meno forcute, anastomosate e decorrenti, di colore tuorlo d’uovo giallo o, a volte, giallo aranciato come la cuticola.

Gambo spesso e tozzo, a volte curvato, cilindrico, attenuato alla base, appare come un prolungamento del cappello ed è di colore giallo più chiaro rispetto alle pliche lamellari.

Carne spessa, di consistenza fragile, bianco giallastra, sapore dolce e gradevole, profumo leggermente fruttato.

Cresce  soprattutto in primavera e in autunno e sporadicamente anche in inverni caldi, sotto castagno (Castanea sativa), quercia (Quercus suber) e pino (Pinus pinaster) .

 

 

Possibilità di scambio

 

Può essere confuso con Cantharellus cibarius, (vedi scheda n. 22), che è di colore uniformemente giallo e senza accenni di pruina.

 

 

Bibliografia

 

Societat Catalana de Micologia : Bolets de Catalunya, Barcellona, 2006, collez. 25, foto in copertina;

Essartier G. & Roux P. : Le guide des champignons Ed. Belin, Paris Cedex, 2011, pag. 590.

 

 

(Gianfranco Sperati)